ingleseENG
Direttore Vicario: Prof. Gabriele Grillo
Responsabile Gestionale: Dr.ssa Franca Di Censo

 Seminari

Selezionare una sezione
Parola da cercare

Prossimi Seminari

  • Pricing and hedging in rough Heston models
    Omar El Euch, Spire Europe Limited
    martedì 22 ottobre 2019 alle ore 14:15, Aula seminari del terzo piano
  • Symmetry results for critical $p$-Laplace equations
    Giulio Ciraolo, Università degli Studi di Milano
    mercoledì 23 ottobre 2019 alle ore 15:15, Aula seminari 3° piano
  • Clinical Personalization of Computational Models of Total Heart Function
    Gernot Plank, Medical University of Graz, Austria
    giovedì 24 ottobre 2019 alle ore 14:00, Aula Consiglio VII Piano - Edificio 14, Dipartimento di Matematica POLITECNICO DI MILANO
  • One Hunderd Years of Universes
    John Barrow, University of Cambridge
    martedì 29 ottobre 2019 alle ore 11:30, Palazzo di Brera, Via Brera 28, Milano, Sala Maria Teresa
  • On Mean Field Games
    Pierre-Louis Lions, Collège de France
    martedì 29 ottobre 2019 alle ore 14:40, Palazzo di Brera, Via Brera 28, Milano, Sala Maria Teresa
  • On the Power of Geometric Illustration in Mathematics and Science
    Roger Penrose, University of Oxford
    martedì 29 ottobre 2019 alle ore 16:00, Palazzo di Brera, Via Brera 28, Milano, Sala Maria Teresa
  • Maths goes social: usare i meme per fare matematica in classe
    Giulia Bini, Università degli Studi di Torino
    mercoledì 30 ottobre 2019 alle ore 15:00, Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14 - via Ponzio 31/p
  • Quantum Hydrodynamics: physical models and mathematical theory
    Piero Marcati, DISIM, Università de L' Aquila & Gran Sasso Science Institute (GSSI)
    lunedì 4 novembre 2019 alle ore 14:15, aula Saleri VI piano
  • La retromarcia in Matematica: invertire formule, funzioni, operatori
    Anna Salvadori, Primo Brandi, Università di Perugia
    mercoledì 13 novembre 2019 alle ore 15:00, Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14
  • Construction and Validation of Subject-Specific Biventricular Finite-Element Models of Healthy and Failing Swine Hearts From High-Resolution Diffusion Tensor MRI
    Julius Guccione, Surgery Division of Adult Cardiothoracic Surgery, University of California San Francisco (UCSF)
    martedì 19 novembre 2019 alle ore 15:00, aula consiglio VII piano
  • Geometrie non Euclidee e Teorie Fisiche
    Marco Pedroni, Università di Bergamo
    mercoledì 20 novembre 2019 alle ore 15:00, Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14
  • Un viaggio nel mondo dei poliedri
    Giuseppe Conti, Università di Firenze
    mercoledì 27 novembre 2019 alle ore 15:00, Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14
  • Come utilizzare le prove invalsi nella pratica d’aula
    Alice Lemmo, Università degli studi dell’Aquila
    mercoledì 4 dicembre 2019 alle ore 15:00, Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14
  • Translating cardiac models into the clinic
    Steven Niederer, Biomedical Engineering, King’s College London
    giovedì 12 dicembre 2019 alle ore 14:00,  Aula Consiglio VII Piano - Edificio 14, Dipartimento di Matematica POLITECNICO DI MILANO
  • Nonlinear Peridynamic Models
    Giuseppe Maria Coclite, Politecnico di Bari
    mercoledì 22 gennaio 2020 alle ore 15:15, Aula seminari 3° piano

Seminari Passati

  • Alla scoperta della geometria nell'architettura, nell'arte e nella natura
    E. Reyes, Univ. di Vallodolid (Spagna)
    martedì 11 maggio 2004 alle ore 15:30, Laboratorio didattico
  • Degree theory for G-equivariant gradient maps and its applications
    Slawomir Rybicki, Uniwersytet Mikolaja Kopernika (Torun, Polonia)
    lunedì 10 maggio 2004 alle ore 17:00, Dipartimento di Matematica - Università degli Studi - Via Saldini 50 - Milano - Sala di Rappresentanza
    ABSTRACT
    Let G be any compact Lie group. The aim of this lecture is to present the degree theory for G-equivariant gradient maps and to point out some applications of this degree to Hamiltonian systems. We will start with some remarks concerning the Brouwer degree. Moreover, using the Brouwer degree, we will classify homotopy classes of continuous gradient maps. Next, we will present properties of the degree for G-equivariant gradient maps and, using this degree, classify homotopy classes of continuous G-equivariant gradient maps. Additionally, we will show how to compute this degree. Finally, we will study the existence of periodic solutions of Hénon-Heiles nad Yang-Mills Hamiltonian systems in a neighborhood of an isolated, degenerate stationary solution. Moreover, we are going to study continuation of nonstationary periodic solutions of autonomous Newtonian systems. We will finish this lecture with some remarks and open questions concerning the degree for G-equivariant gradient maps.
  • Stati fondamentali radiali per l’equazione del p-Laplaciano con pesi
    Patrizia Pucci, Università di Perugia
    giovedì 6 maggio 2004 alle ore 17:00, Dipartimento di Matematica - Università degli Studi - Via Saldini 50 - Milano - Sala di Rappresentanza
    ABSTRACT
    Presentiamo alcuni risultati dati in [PGMS], come proprietà qualitative e teoremi di unicità per stati fondamentali a simmetria radiale, positivi o a supporto compatto in Rn, che sono soluzioni di equazioni ellittiche quasilineari, possibilmente singolari o degeneri, con pesi. Le ipotesi sui pesi consentono di includere interessanti ed attuali modelli ben noti e ampiamente studiati in letteratura, quali quelli soggetti a equazioni ellittiche variazionali del tipo di Matukuma e di Batt–Faltenbacher–Horst nella dinamica stellare. È notevole che anche se per l’equazione Du + f(u) = 0, e per varie equazioni ad essa collegate, la questione dell’unicità è stata ampiamente studiata, tranne che in pochissimi casi (cf. [PS]), ben poco è noto nel caso di equazioni dipendenti dalla variabile spaziale. In questo studio affrontiamo per la prima volta la questione dell’unicità di soluzioni per tali equazioni. Poiché il problema è già abbastanza difficile, ci è sembrato ragionevole considerare, in questo primo lavoro, solo soluzioni radiali ed equazioni per il p–Laplaciano, p > 1. Un’altra questione delicata affrontata in [PGMS] riguarda il fatto che la funzione f può essere indefinita in u = 0. Questo caso era stato precedentemente studiato solo in [PS], ma senza prestare troppa attenzione alle difficoltà insorgenti anche dalle possibili singolarità di f in u = 0. In [PGMS] formuliamo inoltre una precisa definizione di soluzione per tali problemi, che consente di trattare in modo formalmente elegante l’intera teoria. Verranno presentati anche teoremi di esistenza dati recentemente in [CFP], utilizzando condizioni di sottocriticità per f introdotte in [AP] e [MP] per equazioni ellittiche quasilineari senza pesi. Bibliografia [AP] B. Acciaio e P. Pucci, Existence of radial solutions for quasilinear elliptic equations with singular nonlinearities, Adv. Nonlinear Stud., 3 (2003), 511-539. [CFP] E. Calzolari, R. Filippucci e P. Pucci, Existence of radial ground states for p–Laplacian elliptic equations with weights, in preparazione. [MP] E. Montefusco e P. Pucci, Existence of radial ground states for quasilinear elliptic equations, Adv. Differential Equations 6 (2001), 959–986. [PGMS] P. Pucci, M. García-Huidobro, R. Manásevich e J. Serrin, Uniqueness and other properties of radial ground states of singular quasilinear elliptic equations with weights, in corso di stampa in Ann. Mat. Pura Appl., pagine 34. [PS] P. Pucci e J. Serrin, Uniqueness of ground states for quasilinear elliptic operators, Indiana Math. J. 47 (1998), 501–528.
  • Le proporzioni in architettura e arte
    E. Reyes, Univ. di Vallodolid (Spagna)
    mercoledì 5 maggio 2004 alle ore 14:30, aula V.2
  • Geometria differenziale sui gruppi finiti
    Roberto Catenacci, Università del Piemonte Orientale
    mercoledì 5 maggio 2004
  • Reti ottimali di trasporto urbano
    Eugene Stepanov, Università di Pisa
    martedì 4 maggio 2004
  • Sulla stima bayesiana non parametrica della funzione di intensità
    dott. Luca La Rocca, Università di Modena e Reggio Emilia
    giovedì 29 aprile 2004 alle ore 16:00, Aula III piano
    ABSTRACT
    La stima non parametrica della funzione di intensità costituisce una valida alternativa alla stima di densità per variabili positive, soprattutto nel caso in cui vi siano osservazioni censurate da destra.
    In particolare, applicata agli intertempi di una sequenza di eventi sismici,essa consente di valutare non parametricamente l'evoluzione temporale della pericolosita' sismica in una data zona sismogenetica.
    Si affronta l'argomento da un punto di vista bayesiano, introducendo una nuova classe di leggi iniziali non parametriche ottenute costruendo
    la funzione di intensita' a priori come mistura di convoluzione di una densità di probabilità con un processo di Poisson composito.
    Per tale classe di leggi iniziali si studia dapprima la scelta degli iperparametri e successivamente il calcolo della legge finale.
  • Sulla classificazione delle soluzioni di energia finita dei sistemi di Ginzburg-Landau in ogni dimensione
    Alberto Farina, Università de Picardie Jules Verne
    mercoledì 28 aprile 2004